On line da settembre 2003 - Utenti Totali: 1957
REGISTRATI  -  LOGIN

[27/06/2005] CORRIERE DI NOVARA: "Parlando di emigrazione. Spettacolo delle scuole a Fontaneto"  

  Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss    Ascolta questo articolo

Commenti: 0
- Rassegna Stampa - Redazione - 27/06/2005 - 17:47


Corriere di Novara



Parlando di emigrazione
Spettacolo delle scuole a Fontaneto


logo Oltre i ConfiniFontaneto d'Agogna - Martedi 14 giugno il palatenda allestito dalla Pro loco nell'ambito delle "Serate enogastronomiche 2005" è stato teatro della rappresentazione conclusiva del progetto "Oltre i confini", realizzato dagli alunni delle scuole secondarie di Momo, Suno e Fontaneto. I ragazzi, durante tutto l'anno scolastico, hanno approfondito le tematiche dell'immigrazione e dell'emigrazione, entrando in contatto con culture e usanze di ogni continente cercando punti di incontro con le nostre tradizioni popolari. L'indagine si è occupata in modo particolare di miti, fiabe, leggende, filastrocche, danze e musiche etniche. Un'altra tematica presa in esame dalle scuole facenti parte dell'istituto comprensivo "Gaudenzio Ferrari" è stata l'emigrazione dai paesi del Medio Novarese a cavallo tra Ottocento e Novecento con lo studio della situazione economica che spinse molte famiglie a cercare fortuna oltreoceano e, in particolare, in Sudamerica, in mezzo a mille difficoltà nell'impatto con un mondo sconosciuto. Grazie alla disponibilità delle Amministrazioni comunali è stato possibile ricostruire, sulla base di documenti d'epoca, la reale portata del flusso migratorio e sono stati presi contatti con emigrati di ritorno (nati e cresciuti all'estero ma ritornati a vivere nei nostri paesi) e con i discendenti di emigrati novaresi residenti in Sudamerica. Un particolare legame di amicizia è stato stretto con Necochea, città di 90.000 abitanti affacciata sull'Oceano Atlantico nella provincia di Buenos Aires, dove è presente una folta comunità di origine fontanetese. Sabato 11 giugno una delegazione di argentini-fontanetese, accompagnati dal console della Repubblica Argentina in Italia, ha reso visita agli antichi compaesani.
Il progetto "Oltre i confini" è stato raccolto in un cd-rom realizzato dagli stessi alunni ed è stato il titolo dello spettacolo teatrale presentato davanti agli ospiti argentini e replicato martedi sera alla presenza di una folta platea di amici e familiari e dei sindaci di Fontaneto (Adriano Fontaneto), Suno (Riccardo Brigatti) e Momo (Giuliana Dellavalle).
I ragazzi della scuola media di Momo hanno presentato quattro fiabe brevi caratteristiche della cultura araba, dell'Africa nera, cinese ed indiana con rapidi cambi di costumi e notevole abilità, soprattutto da parte delle ragazze, nell'esibirsi in balletti spiccatamente etnici come la danza del ventre o la moderna dance in versione indiana di Punjabi. Gli alunni sunesi hanno invece interpretato, con molta ironia, una fiaba albanese ambientata in un clima bucolico, assumendo le sembianze e talvolta anche le abitudini degli animali protagonisti, aspetto quest'ultimo che non ha mancato di divertire il pubblico. Il gran finale è stato riservato ai "padroni di casa" delle scuole fontanetesi che, sulla base delle loro ricerche e ispirandosi in parte a opere celeberrime come "Cuore" e "Novecento", hanno ricostruito l'epopea di un gruppo di emigrati fontanetesi all'inizio del secolo scorso, dal triste addio al proprio paese ed ai propri cari all'arrivo al porto di Genova, al viaggio in nave fino all'arrivo nella nuova patria, il tutto in un susseguirsi di timori e speranze. In abiti ispirati ai costumi dell'epoca e con l'accompagnamento musicale di "NevRockTic", il gruppo musicale formato dagli stessi alunni fontanetesi, i giovani attori hanno proseguito la narrazione traendo spunto anche da "Evita", il film interpretato qualche anno fa da Madonna sulla vita della moglie del dittatore argentino Juan Domingo Peron. La quattordicenne Donatella De Marco ha riscosso una "standing ovation" cantando "Don't cry for me Argentina" e, subito dopo, accompagnata dal giovane Giorgio Calabrese calatosi nei panni di Antonio Banderas, ha eseguito un impeccabile ed immancabile tango. Lo spettacolo è terminato con la lettura delle commoventi testimonianze degli emigrati fontanetesi ("storie di uomini e donne coraggiosi che hanno cercato fortuna oltreoceano") e dei loro discendenti, dei sacrifici e difficoltà dell'emigrazione, della nostalgia di casa e di Fontaneto, il paese che non avevano mai dimenticato.


Glauco Oioli


Tag: Articolo sul Corriere di Novara del 11 ottobre 2007
Prestigioso riconoscimento internazionale per i ragazzi delle scuole medie di Fontaneto
Prof Patrizia Gumier e M. Federica Pellegrino





emigrazione   immigrazione   argentina   sudamerica   spettacolo   pro loco   progetto   


  Vota l'Articolo:  Fai Login per votare








Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia