On line da settembre 2003 - Utenti Totali: 1959
REGISTRATI  -  LOGIN

COSA C’E’ SOTTO IL BANCO? - parte due  

pagine di diario scritte da tre punti di vista diversi
  Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss    Ascolta questo articolo

Commenti: 2
- Racconti - Redazione - 24/11/2009 - 23:29


banchi di scuola26/10/09 - MATTINO

Sotto il banco ci sono delle specie di autostrade che portano di tutto e di più. =)
Sotto il mio, ad esempio, viaggiano le caramelle che Enzo mi regala (dopo svariate richieste =),
le penne colorate di Matteo che usiamo Mirko ed io.. anche se Matteo si arrabbia sempre!=)
passano i bigliettini di mano in mano che talvolta fanno il giro dell’ intera classe, altre volte
non arrivano a destinazione, finiscono alla Prof. o al compagno sbagliato. E lì sono guai,
perché nei bigliettini si scrivono tante di quelle cose.. da :- sono innamorata/o di..
per finire a :- Andiamo al cinema sabato??=)
Certe volte ancora i ficcanaso aprono e leggono senza chiedere e questo mi fa infuriare!! GRR..!!
Sotto il banco ci sono le mani.. dita incrociate durante le estrazioni per le interrogazioni, le mani di Matteo che mi fa i pizzicotti (AHIA!!) e quelle di Mirko che mi fa il solletico alla pancia (HIHI!!=)
Talvolta c’è Diego che gattona per togliere le scarpe a tutti (o allo sfortunato di turno =);
ci sono le soluzioni delle verifiche e le voci dei suggerimenti.=)
Ci sono le mollette per i capelli o, a volte, interi saloni di bellezza (smalti, pettini, elastici, forcine..)
Anche i cellulari, rigorosamente spenti, fazzoletti, le scarpe nuove o i bianchetti.
Le sciarpe o i gioielli regalati per la Cresima di ieri.
SALUTI =)

Matilde - alunna






26/10/09 - SERA
Guardo sotto il banco degli alunni e vedo molte cose.
Io vedo i biglietti che i ragazzi si mandano fra loro, vedo tutto ciò che succede anche se loro non lo sanno, vedo i suggerimenti delle verifiche ma chiudo un occhio.
Vedo i cellulari e le mollette, le scarpe e gli elastici ma chiudo un altro occhio.
Vedo le gambe accavallate o incrociate, i diari, i fumetti e le caramelle. E chiudo un altro occhio ancora, perché ne ho una scorta.
Vedo le meni attaccate al ferro quando passa l’ambulanza, gli astucci, i raccoglitori, i quaderni e le chiacchiere. Di questo passo diventerò cieca a furia di chiudere occhi.
Sento i rumori e mi giro lentamente per non doverli sgridare, infatti li trovo tutti a posto e zitti.
Sento le parolacce, e lì mi arrabbio un po’ allora alzo la voce, ma senza esagerare, così, almeno per un momento capiranno di sbagliare.
Su tutto questo stendo un velo, no un lenzuolo, anzi un piumone pietoso, tanto sgridarli talvolta è inutile, sono giovani è giusto che si divertano un po’ durante tutte quelle ore di lezione così noiose.
A PRESTO.

Prof. Imelde Runella






26/10/09 - POMERIGGIO
Oggi sono andato in 2 B a fare l’appello per la mensa e i ragazzi erano mezzi addormentati,
perché ieri hanno ricevuto la Cresima.
Sotto i loro banchi ( ma non solo i loro), trovo sempre scritte di ogni tipo, scotch, pennarelli,
cimici spiaccicate, mosche senza ali e insetti di ogni tipo! (BLEAH!!)
Cicche, dolci, pastelli, biro, elastici di tutte le forme e i colori e soprattutto i bigliettini.
E a chi tocca pulire?? A me, ovvio.. ma è il mio mestiere!! =)
Questo succede in tutte le classi e così scopro le vite di tutti i ragazzi.. è bello ma faticoso.. =)
Ora vado a scoprire qualcosa di nuovo..!
CIAO! =)

Carlo – il bidello




Leggi anche la Prima parte







sotto il banco   scrittura creativa   diario   


 9.0 - 1 voto  Vota l'Articolo:  Fai Login per votare








Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia