On line da settembre 2003 - Utenti Totali: 1959
REGISTRATI  -  LOGIN

AUTOBIOGRAFIE DI ANIMALI: UNA PROVA D'AFFETTO  

racconto di Giorgia Mascolo
  Stampa veloce crea pdf di questa news icona rss    Ascolta questo articolo

Commenti: 0
- Racconti - Redazione - 06/02/2012 - 16:47


veterinario visita un caneVivo con due ragazzine e i loro genitori, che considero mamma e papà. Loro mi coccolano, mi fanno divertire, insomma mi vogliono molto bene ! In questi anni ho avuto prova del loro affetto, ma mai come quel giorno... Era il dì che segue il Natale, che gli umani chiamano S. Stefano. Stavano tutti preparando le valigie perchè il giorno dopo dovevano partire per la settimana bianca e a me spettava di stare a casa con la nonna. Iniziai ad avere un po' di mal di pancia, ma pensai che fosse dovuto alla tristezza perchè partivano. Verso sera il dolore peggiorò, andai in giardino per fare i miei bisognini, ma non vi riuscii e iniziai a guaire. Mamma e papà si preoccuparono subito e mi fecero bere cose strane e per nulla buone. Cominciai a tremare, tanto che la mamma telefonò al mio dottore, che le disse di portarmi al Pronto Soccorso. Ero in ansia: che posto era mai quel pronto soccorso? Mi caricarono in auto e partimmo. Quando arrivammo vidi una bella casa, entrammo e subito avvertii tanti odori di animali, e nella stanza vidi un gatto e uno strano uccello che salutava chiunque gli si avvicinasse. Una signorina carina vestita di verde mi accarezzò, mi toccò la pancia, il naso e mi fece tanti complimenti. Poi disse che doveva farmi una radiografia alla pancia. Dalla foto capirono che avevo dei pezzi di osso nella pancia. Era quel buonissimo osso che mi avevano regalato per Natale e che io avevo ingoiato velocemente. Mi diedero uno sciroppo e fortunatamente nella notte... risolsi il mio problema. Invece di partire come stabilito, il mattino papà decise che sarebbero partiti in serata, perchè volevano stare un po' con me, per assicurarsi che stessi proprio bene. Capii il loro affetto dalle parole: "Non possiamo lasciare Wendy così!" Quella avventura mi ha fatto capire che mi vogliono veramente bene: erano davvero molto preoccupati, se avevano rinunciato ad un giorno di sci per me , e c'è di più: avevo sentito dire dalla mamma che la gita al Pronto Soccorso era costata parecchio !!!!

Giorgia Mascolo - classe 2A






racconto   animali   


  Vota l'Articolo:  Fai Login per votare








Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia