On line da settembre 2003 - Utenti Totali: 1851
REGISTRATI  -  LOGIN

L'OPINIONE: Comportamenti errati a scuola  

Riflessioni in merito all’episodio avvenuto durante la pausa mensa.
  Stampa veloce LAN_NEWS_24 icona rss    Ascolta questo articolo

Commenti: 6
- L'opinione - Redazione - 03/04/2008 - 13:39


interno di un edificio scolasticoRiflessioni in merito all’episodio avvenuto durante la pausa mensa.

Luogo: mensa scolastica

Il fatto:
In mensa, lunedì, stavamo mangiando tranquillamente quando sul tavolo vicino a noi è arrivata “volando” mezza mela e il piatto di pasta al pesto di un nostro compagno è stato colpito ed è caduto a terra.
In quell’ attimo si è levato un coro di ragazzi e ragazze al grido: “Scemo, scemo…” non verso chi aveva lanciato la mela, ma verso colui a cui era caduto il piatto di pasta.
Questo fatto grave è stato ripreso prontamente dagli insegnanti, i quali hanno riflettere noi studenti sull’accaduto.


Ecco le opinione di alcuni di noi in merito al fatto.

Io non ho gridato: “Scemo, scemo…” a chi aveva ricevuto la mela , sono stata zitta, ma avrei voluto gridarlo a chi l’aveva lanciata, poiché il comportamento di questo genere non è adeguato... Sapete quanti bambini muoiono di fame? Il cibo non va mai sprecato, al limite, se si è sazi, non lo si prende!)

Elsa Zerlia


Quello che oggi è accaduto a scuola mi ha alquanto turbata.
Dovremmo tutti avere un comportamento più educato e civile, specialmente i miei compagni maschi.
Anche la reazione da parte di tutti noi non è stata molto educata; Io non ho ben capito, in quel momento, a chi si rivolgevano le offese e dopo un primo momento in cui ho seguito la reazione dei miei compagni, non capendo bene che cosa fosse successo davvero, ho smesso.
Mi dispiace di essere andata per un attimo dietro alla massa, cercherò di essere più riflessiva”.

Maria Elena Tacca


Secondo me questo episodio è stato negativo, soprattutto perché ha messo in imbarazzo il mio compagno a cui è arrivata la mela.
Questo è stato un brutto comportamento, che ci fa capire che bisogna sempre pensare prima di agire.
Questo è come la penso io.

Matteo Carbone


Io penso che il comportamento dei nostri compagni sia stato inadeguato.
Non bisogna lanciare e giocare con il cibo perché bisogna pensare sempre che ci sono persone nel mondo che non lo possono avere.
I nostri compagni non dovrebbero prendere in giro gli altri perché nessuno è perfetto!

Laura Brunero


Devo essere sincero, nel vedere la scena mi sono messo a ridere, ma non ho urlato “scemo”.
Ovviamente, riflettendo è stato un gesto bruttissimo quello del mio compagno, è stato una mancanza di rispetto verso loro due, verso i compagni, gli insegnanti e anche verso chi per chi deve poi pulire la mensa.
Spero di non essere più coinvolto in una situazione simile.

Alex Zinna


In conclusione
Ho notato che in molte situazioni, proprio come quella di cui si parla in quest’articolo, i ragazzi si comportano come “pecore”, ovvero tendono ad omologarsi alla massa, salvo poi fermarsi, spaventati, quando qualcuno si fa male davvero.
Bisognerebbe avere il coraggio di andare contro quello che fa la maggioranza e usare la propria testa!!!

Siete d’accordo con me?

Giovanni Bove





comportamenti   prepotenza   scuola   bullismo   


 9.3 - 3 voti  Vota l'Articolo:  Fai Login per votare





Commenti

valerioccia


Inviato il: 08/04/2008 - 20:02
Commenti: 1

Bisognerebbe, in qualità di insegnanti, avere la pazienza e la costanza di non lasciar passare impuniti questi comportamenti. non è neanche utile fare una sfuriata fine a sè stessa. ogni sbaglio è l'occasione per una riflessione. Personalmente quando qualche mio alunno si comporta male non lo invito solo a scusarsi, magari per aver spinto un compagno, ma a scusarsi aggiungendo il perchè si sta scusando e finendo con "invece avrei dovuto ..." .
Purtroppo, spesso, le insegnanti sono stanche di vedere queste scene, si arrabbiano e poi lasciano cadere la cosa, oppure, peggio ancora, fanno quasi finta di non aver visto e lasciano correre!
Un Insegnate sta in classe per insegnare ma anche per educare.
Sono arrivata quest'anno di ruolo in una terza elementare.Fin dall'inizio ho applicato questo metodo con infinita pazienza senza lasciar correre nessuna segnalazione di scorrettezza, e devo ammettere che i comportamenti "scorretti" sono quasi spariti lasciando il posto ad una socialità vivace ma serena!

maria luisa

Inviato il: 30/04/2008 - 12:08
Ospite

Purtroppo capita spesso di assistere a scene in cui un compagno in "particolare" viene preso in giro dagli altri.. Lo psicologo che ci ha tenuto una conferenza sul bullismo ci diceva che tali fenomeni sono molto più frequenti alle elementari che non alle superiori, anche se di gravità minore. In questo caso credo che l'insegnante abbia fatto bene a intervenire subito, educando la classe al rispetto per l'altro . Questo è un valore da tenere sempre presente. Trovo giusto l'intervento educativo dell'insegnante rivolto non solo al ragazzo "prepotente" ma all'intera classe, perchè con l'aiuto attivo dei compagni (cioè avendo una classe che prende le distanze da certi atteggiamenti) si riesce davvero a diffondere una cultura del rispetto reciproco e a difendere i ragazzi più deboli.

Anonimo

Inviato il: 01/05/2008 - 22:21
Ospite

sono d'accordo con maria luisa, non sempre i ragazzi e/o i bambini ascoltano perchè purtroppo la prepotenza è aumentata anche in famiglia

pepina97


Inviato il: 31/01/2009 - 13:12
Commenti: 1

io frequento la scuola in qui è successo questo fatto. mangiavo con 2 mie amiche quando a un certo punto abbiamo sentito "scemo,scemo,scemo" e non avevo capito di cosa stavano parlando.ora l'ho capito e ringrazio chi ha scritto questo articolo per il soddisfacente chiarimento.

ERIKA PRANDINA
pepe!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

anonimo

Inviato il: 15/02/2009 - 20:51
Ospite

bravo Bove!!!! Belle parole!!!! o stai mentendo o sei cambiato davvero dall'anno scorso!!! Va bè dai! Ti salvi perchè sei simpatico! un baci8!

Greta

Inviato il: 14/01/2012 - 16:01
Ospite

Giovanni Bove ha ragione ognuno dovrebbe fare quello che pensa e non quello che gli dicono di fare gli altri e non dipendere dalle sceltre altrui ....

Grazie Giovanni mi è servito per un tema.. ;DD




Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti



Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia