On line da settembre 2003 - Utenti Totali: 1851
REGISTRATI  -  LOGIN

SONDAGGI


Commenti

virginia

Inviato il: 05/05/2009 - 17:33
Ospite

meglio i voti alle scuole medie!

Nicoletta

Inviato il: 11/05/2009 - 12:47
Ospite

Voti o giudizi...non è questo il problema.
Sarebbe invece utile indirizzare i docenti a ripensare alla pratica della valutazione e a vederla come risorsa per motivare, accompagnare, sostenere l’avventura della conoscenza e il gusto dell’apprendimento significativo, critico e sempre più autonomo.

Ammirina

Inviato il: 21/05/2010 - 02:46
Ospite

Sono d'accordo con Nicoletta, ottimo consiglio ... in un mondo che va di corsa ... Voglio dire che sempre più spesso i docenti, forse senza rendersene conto, orientano la loro didattica verso una centralità del programma, da finire rigorosamente entro i termini, senza dare il giusto peso alla valutazione degli apprendimenti che saranno il vero metro di valutazione del programmazione, dei metodi e dei contenuti che avrebbero dovuto trasferire agli alunni. Sono una docente di sostegno e non conto neanche più le volte in cui, di fronte ad un'intera classe che non ha raggiunto la sufficiente nel compito in classe o nelle verifiche orali, i docenti curriculari si limitano a mostrare la loro amarezza ma dopo pochi secondi ad affrontare un nuovo argomento del programma.

Anonimo

Inviato il: 21/05/2009 - 17:08
Ospite

ciao, sono anch'io favorevole all'utilizzo dei voti alla scuola media, li trovo più equi, diretti e trasparenti

Anonimo

Inviato il: 14/05/2009 - 16:17
Ospite

Sono d'accordo con Nicoletta che credo abbia centrato il cuore del problema.

gigliodifirenze


Inviato il: 02/06/2009 - 00:20
Commenti: 1

Sono nata con i voti e sono 'maturata' con i giudizi, che comunque per me erano unatraduzione dei voti stessi (discreto=7; buono=8, ecc.).Il problema non è quello, per quanto ritenga migliore il voto che, in una epoca di incertezza e relativismo, è chiaro e non soggetto a 'interpretazioni'. Preferirei però poter valutare ogni compito o interrogazione con il voto per quanto concerne la correttezza dei contenuti e con il giudizio per la corretteza della forma espressiva e la rielaborazione personale di quanto studiato: solo questo ci permette di chiarire la situazione ed i problemi di apprendimento dello studente. Se infatti tutti questi aspettiora concorrono al voto finale, la loro esplicitazione aiuterebbe anche nel dialogo con le famiglie
Elena Giglio



PD


Inviato il: 18/04/2010 - 18:14
Commenti: 1

Sono un insegnante della scuola secondaria di I° Grado e anche io mi sono trovato di fronte a un stravolgimento per quanto riguarda i voti come elementi di valutazione.

DOMENICO PASSADOR


kiah


Inviato il: 23/04/2010 - 14:11
Commenti: 1

d'accordissimo. anch'io sono insegnate delle medie. soprattutto con i ragazzi diversamente abili.. è molto più difficile valutare i progress, senza un giudizio..


Maria Rita

Inviato il: 20/05/2012 - 00:02
Ospite

I giudizi sono articolati, permettono di essere meno categorici e di mettere in rilievo i progressi fatti dal singolo alunno (non solo le carenze).
Ma bisogna ammettere che per gli studenti i voti sono chiari, i giudizi qualche volta risultano ambigui.

lorrie


Inviato il: 20/05/2012 - 15:26
Commenti: 1

Quando però si parla di bambini della scuola primaria, credo che il voto sia controproducente. Da quando non ci sono più i giudizi, sento spesso bambini, figli di amici, vantarsi della media del 10 o dispiacersi per aver preso qualche 8. Credo si crei, in questa fascia d'età, una competitività eccessiva che rischia di far nascere senso di frustrazione e inadeguatezza prematuri e difficili da gestire a questa età.

elena.pini


Inviato il: 26/05/2013 - 21:00
Commenti: 1

sono d'accordo con Maria Rita. Tuttavia, se devo essere sincera, trovo che in ambedue i casi (voti o giudizi) stia maturando un atteggiamento ossessivo da parte dei genitori. Questi ultimi, invece di essere interessati al reale apprendimento dei figli vedono solo il risultato della prestazione e lo confrontano con quelli dei compagni/fratelli/cugini...l'universo intero! A questo punto suggerirei: fino alle superiori nè voti nè giudizi, si perde meno tempo utile a scuola (dove manca sempre di più) e la si smette con questa gara, che mortifica i più!
elena (docente di secondaria di 1 grado)

Michele

Inviato il: 21/05/2012 - 17:38
Ospite

Secondo me sono molto meglio i voti perchè più chiari e non possono essere mal interpretati dai non addetti ai lavori.

Elisa

Inviato il: 21/05/2012 - 17:53
Ospite

I ragazzi preferiscono i voti perchè sono più chiari, ma i giudizi sono più completi.

antonio84


Inviato il: 24/05/2012 - 15:58
Commenti: 1

I voti sono più immediati rispetto ai giudizi! finalmente i ragazzi vengono valutati non per fasce ma per numeri diretti!!!

CANCRO


Inviato il: 11/06/2012 - 02:36
Commenti: 1

Per i ragazzi in difficoltà, che soffrono da ansia da prestazione, che temono il confronto con gli allievi più bravi, che pensano di essere incapaci: tutto ciò è demotivante, fa calare l'autostima allontana dalla scuola.

Non so ancora quale sia la soluzione migliore. Probabilmente devo ancora fare esperienza per capirlo. Mi pongo in maniera problematica e credo che le eccellenze, nel bene o nel male andranno avanti comunque.
Mi preoccupo, però, di quella parte di allievi, che si diffonde e si distende lungo la fascia di livello dei mediocri, degli insufficienti, dove galleggiano fino al 6 i dsa, gli allievi con piccoli deficit dell'attenzione, gli iperattivi, gli h che hanno il sostegno, i casi sociali riconosciuti dall'ICF e tutti quelli senza certificazione, che planano sul 5 sul 4 senza l’aiuto di nessuno: quelli che i docenti di vecchia generazione chiamano: "i pigri", come se fossero una razza aliena.
A questa fascia debole penso, quella che può facilmente può essere irretita, manipolata, indotta e condotta sulle strade future del malaffare, del guadagno facile e illegale.
Buone riflessioni. Antonella Romagnolo

giannibozzo


Inviato il: 27/05/2013 - 22:29
Commenti: 1

preferisco i voti, più facili da comprendere per gli alunni

minomicetto


Inviato il: 18/05/2014 - 14:15
Commenti: 1

Bel sondaggio... anche se un po' grandicello, mi è venuto spontaneo lasciare una risposta al quesito.
Ciao


simonepalermo


Inviato il: 01/06/2014 - 17:39
Commenti: 1

Decisamente meglio i voti perché sono più chiari e trasparenti dei giudizi.



Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti



Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia