On line da settembre 2003 - Utenti Totali: 1959
REGISTRATI  -  LOGIN

Giornalisti in viaggio... [Parte 2]  

Cronaca in diretta dal Global Junior Challenge di Roma della ns. Redazione
  Stampa veloce LAN_NEWS_24 icona rss    Ascolta questo articolo

Commenti: 4
- News Scuola - Redazione - 03/10/2007 - 10:38


3/10/07


Certo, questa mattina che fatica alzarci. Sono le 6.45... ma il desiderio di capire che cosa ci prospetta questa giornata ci galvanizza...
Siamo qui, in un salone dell'ITIS G. Galilei che ci ospita, dove sono presenti tutti i progetti finalisti in concorso. Ce ne sono vari, provenienti da ogni parte del mondo, ognuno ha il suo stand con una postazione informatica.
Cominciano ad affluire i visitatori, i giornalisti, i fotografi e noi facciamo del nostro meglio per rispondere a tutte le domande che ci vengono poste.

Global Junior ChallengeOre 10.00
La gente continua ad affluire, siamo in attesa di assistere alla Cerimonia di apertura della manifestazione presentata dal Presidente della Fondazione Mondo Digitale, il Prof. Tullio De Mauro e che vedrà fra i relatori il Ministro Giovanna Melandri.

Ore 11.30
C'è giunta notizia che presto dovremo parlare davanti ai microfoni di webcityradio. Ci guardiamo negli occhi: chi di noi se la sente? All'unisono tutti pensano a Matteo. Sarà lui il nostro portavoce e che dovrà tenere alto il nome della scuola!
file audioEcco l'intervista radio (15.39 MB)


Ore 12.00
Ministro Melandri e Tullio De MauroStanno rientrando i compagni che sono andati a seguire la Cerimonia di inaugurazione. Chissà cosa avranno da dirci!
Elisa ci riferisce che il Convegno è stato aperto da Tullio De Mauro, il Presidente della Fondazione Mondo Digitale, l'organizzazione che ha promosso il Global Junior Challenge. Questa manifestazione internazionale, giunta alla sua IV Edizione, ha come obiettivo quello di costituire una società più democratica, che consenta di vivere in modo più produttivo e civile con mezzi accessibili a tutti. L'utilizzo delle nuove tecnologie permette di abbattere le barriere, le differenze sociali, e apportare miglioramenti concreti anche nei territori poveri. Come detto dal Ministro Melandri, l'illustre ospite della mattina, "il divario tecnologico tra i popoli è inaccettabile ma non superabile". Ha fatto l'esempio di un dato che, alla lunga, rende bene l'idea: ci sono più linee telefoniche nella sola isola di Manhattan che in tutto il continente Africano.
Il senso degli interventi dei relatori che si sono succeduti è che anche l'Italia può fare la sua parte nel ribilanciamento delle risorse globali.
Abbiamo compreso che il Global Junior Challenge ha aperto la strada all'idea di diffondere sempre più il digitale tra le giovani generazioni, le quali possono diventare soggetti "attivi" della "rete". In quel momento ci siamo sentiti emozionati e, al tempo stesso, orgogliosi di essere stati prescelti a presentare il nostro progetto ad una vetrina di così alto livello!


continua...





Global Junior Challenge   roma   concorso   tecnologie   


  Vota l'Articolo:  Fai Login per votare






Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti



Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia